Ferrari test delle molle del motore

Per Ferrari il test delle molle del motore è una prova fondamentale. In tutto il mondo la qualità della casa automobilistica italiana fondata da Enzo Ferrari il 12 marzo 1947 è rinomata. Recentemente, per consolidare la metodologia di analisi delle molle del motore, Ferrari si è dotata di una macchina di prova CS2 della Chatillon ideale per rapporto qualità/prezzo.

Produrre automobili sportive di fascia alta e da competizione richiede non solo grande esperienza e tecnologia avanzata ma anche strumenti di misura di altissima precisione con cui ottenere dati oggettivi e ripetibili. Conoscere con precisione assoluta le caratteristiche delle molle impiegate nei loro motori è un fattore discriminante. Scegliere il prova molle della Chatillon, un dinamometro sofisticato ma allo stesso tempo semplice da usare e affidabile, impiegato sia in produzione che in laboratorio, ha rappresentato un vantaggio importante nel workflow giornaliero.

Ferrari esegue test di compressione su molle per determinare la forza ad una certa altezza, che è un dato cruciale per ottenere il design corretto della valvola del motore e delle parti coinvolte. Nei motori, le molle delle valvole sono spesso doppie, il che significa che una molla più piccola si trova all’interno di una molla più grande, e quindi le molle lavorano insieme. I test di compressione vengono solitamente eseguiti su un’unica molla, ma in alcuni casi potrebbe essere interessante testare anche la combinazione delle due molle.

Ed ecco che la soluzione offerta dalla CS2-225 della Chatillon ha risolto ogni necessità.

Soluzione

I dati di interesse sono la forza ad una certa altezza.

Per questo è indispensabile conoscere tre valori esatti:

1) L’altezza al precarico ovvero l’altezza libera della molla.
2) Uno stadio di compressione a un’altezza specifica.
3) Uno stadio di compressione successivo ad un’ulteriore altezza specifica.

Alla fine del test i dati necessari mostrati sul display evidenziano chiaramente le fasi della prova. Possiamo vederli rappresentati in rosso sull’immagine a destra di riferimento:

HPL – Altezza al precarico. Altezza libera della molla.
L – Carico al limite del primo stage. Questa è la forza al limite del primo stadio.
L – Carico al limite del secondo stage. Questa è la forza al limite del secondo stadio.
SR – Spring Rate. Risultato calcolato nella seconda fase, limiti di calcolo basati sull’altezza. *

* Lo spring rate può essere calcolato anchea nell’esecuzione di una singola fase di prova.

spring test engine valve Lamborghini

La macchina CS2 della Chatillon offriva tutte le funzionalità desiderate ad un costo molto vantaggioso rispetto ad una macchina prova materiali avanzata. Precisione, velocità, ripetibilità e facilità di segnalazione sono veramente facili da ottenere.

Le macchine di prova della Chatillon sono disponibili con due telai, uno con capacità fino a 100 kgf l’altro fino a 5 kgf. L’ampia console offre impostazioni di settaggio guidate. Un front-end intuitivo favorisce anche la personalizzazione delle icone di selezione dei file di prova, con l’aggiunta delle proprie immagini per un riconoscimento rapido e facile per l’operatore.

Questo sistema offre sicurezza e rapidità di utilizzo per l’operatore, garantendo risultati dei test rapidi e coerenti. I risultati del test possono essere esportati in Excel manualmente o in automatico. I test di compressione richiesti da Ferrari sono stati impostati dall’operatore utilizzando la modalità Multi Stage.

CS2 force testing machine
CS2 force testing machine